info@creditprima.com

inserisci senza impegno alcuni semplici dati

Hai difficoltà a vendere casa? Prova con la permuta immobiliare

02 Aprile 2014



Hai difficoltà a vendere casa? La permuta immobiliare può essere una soluzione.



La permuta immobiliare è l’istituto giuridico che permette a due persone di scambiare tra di loro  beni immobili, come case, terreni o appartamenti. Negli ultimi tempi di profonda crisi, dove l’offerta di immobili supera di gran lunga la domanda e dove la propensione ad acquistare  casa si è ridotta drasticamente, è sempre più grande il numero delle persone che decide di ricorrere alla permuta per scambiare oltre alla propria abitazione anche altri  beni , come natanti, automobili, motociclette, scooter e ogni altro genere di beni di uso durevole. Il contratto di permuta è riconosciuto dalla legge italiana con gli articoli dal 1552 al 1555 del Codice Civile ed è definito un contratto consensuale, bilaterale, che comporta il trasferimento della proprietà e di tutti i diritti ad essa legati, da una persona all’altra. La profonda crisi economica, accompagnata anche da una riduzione drastica di liquidità, ha indotto le famiglie italiane a ridurre anche i consumi con la propria capacità  di acquisto in generale. Questa forma di baratto permette di liberarsi di beni non più utilizzati con qualcosa di cui invece si necessita senza incidere direttamente sulle casse familiari. La permuta presenta alcuni vantaggi tipici del baratto, con lo scambio che avviene nello stesso momento; il trasferimento degli gli immobili avviene nel medesimo negozio giuridico con l’applicazione di tasse ridotte rispetto al doppio trasferimento tra immobili e denaro. Le parti coinvolte non hanno necessità di dover trovare una sistemazione anche temporanea prima di poter accedere al nuovo immobile. Il Codice Civile stabilisce, inoltre, che le spese di permuta debbano essere divise tra le parti interessate in maniera equa. Se, po,i lo scambio avviene tra immobili con diverso valore di mercato,  la parte interessata può accendere a forme di finanziamento classiche come il mutuo e se la differenza di valore non è eccessiva, attraverso altre forme di finanziamento come il Prestito Personale o la Cessione del Quinto dello stipendio, senza bisogno di accendere ipoteca sull’immobile, con notevole risparmio anche sulla parcella del notaio. PW