info@creditprima.com

inserisci senza impegno alcuni semplici dati

Il Professionista e il suo lavoro - Ieri e oggi.


Avvocato, commerciante, ingegnere, insegnante erano le professioni  italiane più diffuse dieci anni fa. Nel nuovo millennio  globalizzato, invece, dominato dalla lingua inglese, dalle tecnologie e dal Web, nascono nuovi lavori, relativi, in gran parte, al settore dei servizi:  dal PROGRAMMATORE di applicazioni mobili per smartphone e tablet, attento alle mode e alle nuove esigenze degli utenti,  al VENDITORE ONLINE online, esperto commerciante online di qualsivoglia prodotto che normalmente si sceglie sui cataloghi pubblicati; al progettatore dei contenuti editoriali di un sito internet. Ci si può imbattere sul PERSONAL SHOPPER, l’esperto degli acquisti per le persone più facoltose che non hanno un attimo di tempo per provvedere alle compere; oppure si può sentire parlare del VLOGGER, colui che pubblica video sui blog. In netta diffusione sono i lavori  legati allo sfruttamento delle energie pulite e rinnovabili, legate, tra l’altro, ad erogazione di incentivi gratuiti, da parte dello Stato, che amplierebbero la domanda degli utenti; a fianco a questi, gli esperti di gestione dei fondi comunitari e progetti europei amministrano e lavorano le pratiche di richiesta di quei cittadini che vogliono darsi all’imprenditoria a favore della rivalutazione di beni e luoghi  di cui sono originari. I media sono fondamentali  per le attività di marketing e di comunicazione di un uomo d’affari, per cui, il presidio su Facebook, Youtube, LinkedIn proietta i suoi affari su un ampio raggio di potenziali clienti. Il SEO SPECIALIST, poi, si pone tra i professionisti più all’avanguardia,  di ottimizzando il  posizionamento dei siti sui motori di ricerca,, intervenendo sui contenuti  e sulla struttura ipertestuale. Tra le persone di gusto si aggira in società il DESIGNER di matrimoni, colui che organizza le nozze come evento, cura l’immagine degli sposi, controlla ogni fase della cerimonia e del banchetto, secondo un programma predefinito nei minimi dettagli. Chi non ama lavorare con altre persone svolge lavori solitari per una vita; c’è chi lo fa per necessità di trovare un impiego: una scelta che tiene lontani dal rumore della vita comunitaria e riscoprire lo stare con se stessi: ci troviamo di fronte allo scrittore, al correttore di bozze, al guardiano notturno. Intanto a Milano si sperimenta il telelavoro, ovvero una versione avanzata dell’impiego in aziende che permettano ai dipendenti la gestione di impegni e obiettivi di produzione che non abbiano un tempo e un luogo preciso. Ci si è chiesto se l’Italia sia pronta o meno ad una tale evoluzione: la risposta è stata Si, ma solo per quel che concerne un 20% delle pmi.