info@creditprima.com

inserisci senza impegno alcuni semplici dati

Come ottenere un prestito con la pensione...

15 Aprile 2014 - Ottenere e restituire un prestito con la pensione


I pensionati possono chiedere prestiti a banche ed enti accreditati utilizzando fino a un quinto dell'importo mensile della pensione per rimborsarlo a rate. L'INPS effettua in automatico, per conto del pensionato, l'addebito mensile sulla pensione delle rate da rimborsare all'Istituto di credito scelto dal pensionato. A tutela dei pensionati l'INPS propone, inoltre, agli Istituti di credito, di sottoscrivere una Convenzione che regola il tasso di interesse per il prestito e pubblica l'elenco degli Enti che la sottoscrivono.Il legislatore ha esteso anche ai pensionati la possibilità di contrarre prestiti personali estinguibili con una trattenuta diretta sulla rata della pensione. Per offrire la massima tutela ai pensionati, l'Inps ha definito tutte le modalità e le condizioni necessarie per concedere tali prestiti.


Che cos'è.


È un prestito che il pensionato può ottenere da un Istituto di credito e che può rimborsare attraverso un addebito automatico che l'Inps effettua sulla sua pensione.Il prelievo non può superare un quinto dell'importo mensile della pensione.


Come funziona.


Il pensionato deve richiedere il prestito alla Banca o alla Società finanziaria. L'Inps provvede poi a versare la quota stabilita trattenendola direttamente dalla pensione. La durata del contratto di prestito non può superare i dieci anni ed è obbligatoria la copertura assicurativa per il rischio di premorienza del titolare della prestazione.


Esclusioni.


La cessione del quinto puo’ essere chiesta su tutte le pensioni, ad eccezione di:• pensioni e assegni sociali;• invalidità civili;• assegni mensili per l'assistenza ai pensionati per inabilità;• assegni di sostegno al reddito(VOCRED, VOCOOP, VOESO);• assegni al nucleo familiare;• pensioni con contitolarità per la quota parte non di pertinenza del soggetto richiedente la cessione;• prestazioni di esodo ex art. 4, commi da 1 a 7 – ter, della Legge n. 92/2012.


Cosa deve fare il pensionato.


Per ottenere un prestito con cessione del quinto, il pensionato deve prima richiedere  la comunicazione di cedibilità della pensione, ovvero un documento in cui viene indicato l'importo massimo della rata del prestito.  La quota cedibile deve essere richiesta personalmente dal pensionato presso qualsiasi Sede Inps e va consegnata alla Banca o alla Società finanziaria con la quale stipulare il contratto di finanziamento.Nel caso in cui il pensionato, per la stipula del contratto, si rivolga ad  un Ente finanziario convenzionato con l’Inps, la comunicazione di cedibilità verrà elaborata direttamente dalla Banca/Finanziaria attraverso un collegamento telematico con l’Istituto stesso e i tassi di interesse applicati al contratto di prestito saranno più vantaggiosi.


Come si calcola la rata.


Poiché il pensionato può cedere fino a un quinto della propria pensione, la rata dipende dall'importo della pensione stessa. L'importo cedibile è calcolato al netto delle trattenute fiscali e previdenziali e in modo da non intaccare l'importo della pensione minima stabilito annualmente dalla legge. Per questo motivo, i trattamenti pensionistici integrati al minimo non possono essere oggetto di cessione. Nel caso si sia titolari di più pensioni cedibili, il calcolo si effettua sull’importo totale delle pensioni percepite.


Esempi di calcolo della quota cedibile: Caso 1 pensione lorda 596,50ritenute fiscali 0,00pensione netta 596,50pensione minima 495,43quota cedibile 101,07*con salvaguardia della pensione minima (€ 495,43 per il 2013), inferiore in questo caso all'importo del quinto = 119,30.


Caso 2 pensione lorda 1.200,00ritenute fiscali 300,00pensione netta 900,001/5 del netto 180,00quota cedibile 180,00*con salvaguardia della pensione minima (480,53). Nel caso si sia titolari di più pensioni cedibili, il calcolo si effettua sull'importo totale delle pensioni percepite La tutela del pensionato Prima di poter versare l'importo della rata trattenuta dalla pensione alla Banca o alla Società finanziaria, l'Inps verifica la presenza di alcune condizioni a tutela del pensionato: • la Banca o la Finanziaria devono avere tutti i requisiti richiesti dalla legge per questo tipo di operazione;• il tasso applicato al prestito deve essere inferiore al "tasso soglia" anti-usura per gli Enti finanziari accreditati o al tasso convenzionale stabilito per la propria fascia di età per il prestito erogato da Ente finanziario convenzionato;• la rata contrattualmente prevista non deve superare un quinto dell'importo della pensione;• nel contratto devono essere indicate tutte le spese (istruttoria, estinzione anticipata, premio assicurativo per premorienza, commissioni, interessi).


La convenzione Inps con le banche.


Per contenere il livello dei tassi di interesse e tutelare i pensionati, l'Inps ha predisposto una Convenzione, sottoscritta da numerose Banche e Società finanziarie, che garantisce tassi più favorevoli rispetto a quelli di mercato. L'elenco delle Banche e degli Istituti convenzionati è disponibile sul portale www.inps.it, seguendo il seguente percorso sotto indicato: Servizi Online>Elenco di tutti i servizi>Cessione quinto>Gestione Enti Convenzionati Elenco delle Banche e degli Istituti finanziari che aderiscono alla Convenzione alla data odierna


Partita Iva Denominazione08570720154  AGOS DUCATO S.P.A.02875460244  APULIA PRONTOPRESTITO S.P.A.00594040586  BANCA DEL MEZZOGIORNO MCC S.PA.00423310630  BANCA DI CREDITO POPOLARE SOCIETA'''' COOPERATIVA01583450901  BANCA DI SASSARI S.P.A. R.T.I.02848590754  BANCA POPOLARE PUGLIESE03700430238  BANCO POPOLARE SOC. COOP.05694110486  BIEFFE5 S.P.A.01776500587  BNL FINANCE S.P.A. RTI POSTE ITALIANE S.P.A.04356871212  CAP.ITAL.FIN S.P.A.00098470693  CARICHIETI SPA00344860101  CASSA DEPOSITI E PRESTITI SOC.COOP.R.L.01533910632  CASSA MAURIZIO CAPUANO00864530159  COMPASS S.P.A.03174490361  COOPERFIN S.P.A.01670790995  CREDITIS SERVIZI FINANZIARI S.P.A.-CREDITIS S.P.A.01340740156  DEUTSCHE BANK S.P.A.03436130243  DYNAMICA RETAIL SPA01520400696  F.L.A. S.P.A.00667720585  FIDES ENTE COMMISSIONARIO PER FACILITAZIONI RATEAL01085000808  FINANZIARIA M3 GROUP S.P.A.02724530833  FINCENTRALE S.P.A.00897081006  IBL BANCA SPA02402101204  INTESA SANPAOLO PERSONAL FINANCE S.P.A.05085150158  ITALCREDI S.P.A.01459720031  LOGOS FINANZIARIA S.P.A.04852611005  PITAGORA S.P.A.05424740826  PRESTINUOVA S.P.A.01464750668  PRESTITALIA S.P.A.09646131004  PROFAMILY S.P.A.06259770631  SEFITAL FINANZIAMENTI S.P.A.03951740269  SIGLA08064021002  SIRIOFIN09095161007  SPEFIN FINANZIARIA S.P.A.00348170101  UNICREDIT S.P.A.


 fonte: sito ufficiale INPS (http://www.inps.it/portale/default.aspx?itemdir=5747)